ENTRA   a far parte del gruppo ufficiale ... io sono online tutto il giorno per rispondere alle tue domande!

Traslator [glt language="Spanish" label="Español" image="yes" text="yes" image_size="24"] E TU CE L'HAI? SOLO 7,99 € 
LievitatiPizze e focacceRustici e buffet

Impasto per rosticceria siciliana

Impasto per rosticceria siciliana_ Dalle nostre parti la rosticceria siciliana non è soltanto un prodotto tradizionale ma addirittura arte, sì arte perchè in ogni rosticceria o casa che sia ci si dedica con passione alla realizzazione di questi fantastici rustici ma l’impasto deve essere uguale dalla sicilia occidentale a quella orientale. Io sono una di quelle che vivrebbe di rosticceria siciliana, ne mangerei sempre dalla colazione alla cena fino a scoppiare hauhauhau 😀 oggi vi presento la ricetta che da generazioni custodiamo in famiglia per ottenere l’impasto della rosticceria siciliana perfetto soffice morbido e profumato … la vera ricetta originale della mia famiglia!!! Mamma mia mentre scrivo ne sento già il profumo … la nonna che impasta, il prosciutto a dadini, ladruncoli di formaggio, la passata che bolle in pentola … insomma mentre sognate provate a realizzare queste delizie seguendo la mia ricetta vi assicuro che è facilissima e collaudata da una vita intera 😉

Ingredienti per circa 8-10 pezzi grandi: 

200 gr di farina 00
300 gr di farina 0
1/2 panetto di lievito di birra (12 gr)
60 gr di strutto (non utilizzate olio o derivati)
se sostituite lo strutto con altro vi cambierà consistenza e sapore
8 gr di zucchero
10 gr di sale
8 gr di miele
200 ml di acqua tiepida
50 ml di latte tiepido

Per farcire: 

formaggio a pasta filata o mozzarella 300 gr
passata di pomodoro 300 ml
prosciutto cotto 300 gr
olio evo q.b.

Per spennellare: 

1 tuorlo
2 cucchiai di acqua

Procedimento: 

Sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido aggiungete l’acqua sempre tiepida mescolate e poi a seguire lo zucchero ed il miele. In una terrina abbastanza capiente versateci le farine e mischiatele qualche secondo con le mani, sciogliete lo strutto a bagno maria (ho realizzato la versione con il burro e con l’olio … personalmente vi sconsiglio di sostituire lo strutto il risultato è apprezzabile ma niente a che vedere con la rosticceria siciliana, lo strutto non è un demone è semplicemente grasso di origine animale … molto più puro del burro o della margarina). Versate il liquido con il lievito sciolto sulla farina a seguire lo strutto poi il sale amalgamate i liquidi con una frusta qualche secondo poi impastate energicamente per qualche minuto, otterrete un impasto molto soffice e particolare da lavorare, non si attaccherà per niente alle mani e questo solo grazie allo strutto. Potete lavorare gli ingredienti anche con una planetaria.

Quando avrete ottenuto un panetto morbido ed omogeneo sistematelo nella ciotola e copritelo con carta pellicola fino a sigillarlo perfettamente (se avete un contenitore a chiusura ermetica ancora meglio), sistemate l’impasto in forno spento con luce accesa per un ora esatta. Nel frattempo sbollentate la passata per almeno 30-40 minuti a fiamma media e aggiustate di sale. In questo modo perderà l’acqua e sarà più facile utilizzarla per farcire calzoni pizzette o cartocciate.

Trascorso il tempo di lievitazione tirate fuori dal forno l’impasto accendete il forno a 200° e lasciatelo scaldare. Adesso potete sbizzarrirvi a preparare la vera rosticceria siciliana. Prendete dei pezzettini di impasto di circa 80 gr ciascuno create una pallina e schiacciatela fino ad ottenere un cerchio di circa 10 cm farcite con passata di pomodoro (poca non esagerate appena mezzo cucchiaio) olio evo formaggio e prosciutto cotto chiudete a mezza luna sigillate i bordi ed avrete appena realizzato il classico calzone siciliano. Per le pizzette operate nello stesso modo ottenuto il disco di impasto farcite con passata olio evo e origano (non aggiungete formaggio … fatelo a cottura quasi ultimata).

Arrivati a questo punto la vera rosticceria siciliana prevede una seconda lievitazione. Lasciate le cartocciate e i calzoni a lievitare 40 minuti in forno spento se desiderate la morbidezza che si scioglie in bocca, mentre per le pizzette fate lievitare i dischi prima di farcirli. Spennellate i pezzi non farciti con tuorlo e acqua sbattuti. Infornate a 200° per 15 minuti. Alcuni praticano la doppia lievitazione altri no … ma io ve la consiglio se volete lasciare i vostri ospiti a bocca aperta 😉

Ecco come si presenta internamente un pezzo della rosticceria siciliana … filante e gustoso formaggio con una cascata di prosciutto cotto … non mi resta che augurarvi buon lavoro.