— Posted in Favole

Il sole bollente e il vento prepotente

Una bella mattina di autunno, il sole splendeva caldo e raggiante espandendo i suoi raggi caldi e dorati. Le orchidee selvatiche in boccio si beavano del calore e della luce che il sole emanava. Piccole nuvolette si muovevano leggere nel cielo spinte dal maestrale. Quel giorno il vento, irrequieto e indolente, iniziò a discutere e vantarsi con il sole. Se non ci fossi io, tu senza di me non saresti niente. Il sole vecchio e saggio lo guardò appena, senza dare peso alle parole. Il vento indispettito continuò a stuzzicarlo. Eh si, cosa farebbe il mondo senza di me diceva nel tentativo di irritarlo. Il sole paziente, cercava di riportare tutto al sereno. I piccoli boccioli di orchidee e le piantine intorno li ascoltavano perplessi, un po preoccupati da quella diatriba. Vistosi ignorato, il vento, si indispettì e pensando di poter avere lui l’ultima parola, propose al sole una scommessa. Senti un po, tuonò, mentre il vento aumentava di intensità, scommettiamo che riesco con la mia potenza a spogliare quell’uomo? Indicando un uomo che sciarpa e cappello passava di là imbacuccato, ignaro di tutto. Va bene concesse il sole un po annoiato. Il vento iniziò a soffiare forte, il signore si abbottonò meglio il cappotto, e strinse la sciarpa al collo. Il vento soffio impetuoso ancora più forte, ma il malcapitato, si aggrappò ad un albero e si tenne così forte che il vento nulla riuscì a fare! Stanco e un po avvilito si arrese e disse, non sono riuscito a spogliarlo mi arrendo. Con un sorriso il sole, iniziò a scaldare l’uomo iniziò a sudare, allentò la sciarpa e poi la tolse. Tolse il cappotto e il cappello, ma continuava a sudare fino a quando, in prossimità di un laghetto si spogliò e si tuffò in acqua. A quel punto il sole soddisfatto di come erano andate le cose, non volle infierire e usando la sua saggezza disse: non serve a nulla essere prepotenti, ognuno di noi ha un ruolo e tutti siamo importanti alla stessa maniera.
La natura ci sorprende sempre di più con le sue forme e colori, è proprio il caso delle orchidee selvatiche simbolo di raffinatezza e di eleganza. Muoviamoci nella natura con occhi diversi, più attenti alle piccole cose meravigliose che popolano il nostro cammino, col rispetto e l’attenzione che meritano questi capolavori in miniatura.



About author:

Verbena

Go on, Add your Voice!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiungi una immagine